Taglio degli stipendi in serie A. Approvato documento in Lega

I club di Serie A si sono riuniti per varare nuove misure necessarie a contrastare l’emergenza Coronavirus ed hanno approvato un documento sottoscritto ad eccezione della Juventus, che già aveva provveduto a prendere misure per il taglio degli stipendi. Ai calciatori verrà (prima proposto e poi imposto) di decurtarsi per questa stagione almeno un sesto del proprio ingaggio annuo cioè due mensilità. Questo nel caso si possa tornare in campo, a maggio o giugno. Nell’altra ipotesi, ovvero lo stop definitivo, i calciatori rinunceranno a 4 mensilità omnicomprensive (dunque anche di premi), ovvero la riduzione di un terzo del totale annuo lordo. L’accordo riguarderà anche gli allenatori e i dirigenti di prima fascia. L’intesa tra i presidenti prevede adesso l’incontro con l’Aic.