Covid: il primo ricoverato a Napoli lascia l’ospedale

Le immagini strappano la commozione. E’ il 12 maggio quando i medici comunicano a un loro paziente, il primo ricoverato per Covid 19 a Napoli, che il suo calvario è terminato, finito.

“La vuoi una bella notizia?” dice il medico. “Certo” risponde il paziente, Sabato Cerciello 59 anni, che pochi attimi dopo scoppia a piangere e chiede di potere chiamare casa.

Ha appena saputo di essere negativo, finalmente, al tampone. Finisce così il suo calvario all’ospedale del mare di Ponticelli a Napoli. Cerciello dopo cinquanta giorni ha sconfitto il Covid. La notizia gli arriva tramite il citofono interno della sala. Lui è felicissimo perchè dal 1 aprile a oggi non ha mai lasciato una sala d’ospedale.

Dal Cardarelli è stato trasferito all’ospedale del Mare dove per un lunghissimo periodo è stato tracheotomizzato per insufficienza respiratoria. Il 12 maggio la bella notizia: il tampone è negativo. Questa la sua gioia. La mattina dopo è stato dimesso tra gli applausi dei medici e degli infermieri che ormai si erano affezionati all’uomo originario di Somma Vesuviana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *