Seduti ai tavolini, ritorno alla normalità a Napoli

Il Gambrinus tira su la saracinesca

A Napoli si brinda con il caffè, dopo più di due mesi, riapre lo storico caffè di piazza Trieste e Trento Gambrinus. Il celebre bar accanto a piazza del Plebiscito ha tirato su le saracinesche. A differenza di tanti altri esercizi commerciali ha preferito aprire solo in queste ore visto che la sua clientela è quella legata al passeggio e allo shopping, non quella degli uffici. Così questa mattina ha brindato con un caffè rispettando le regole anti-contagio.

Riaprono al pubblico anche i ristoranti

Sono tantissimi i napoletani che aspettavano con ansia il ritorno alla normalità, la riapertura dei ristoranti e delle pizzerie con i tavolini all’aperto. Oggi è il grande giorno. Sul lungomare è pronta una grande festa organizzata da tutti i locali nella zona di piazza Vittoria. Sarà un modo per tornare a vivere, hanno detto gli esercenti, dopo un lungo stop costato l’attività a diversi imprenditori

Chiusura obbligatoria alle 23

Via libera anche a bar, “baretti”, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi: chiusura alle 23. Per loro infatti, a differenza dei ristoranti, lo stop dell’attività è alle 11 di sera. Non tutti hanno appreso le linee dettate dalla Regione Campania con serafica calma. Qualcuno minaccia proteste visto che la movida partenopea inizia proprio verso quell’ora.

Riaprono anche i mercatini rionali

Occorre attendere ancora 24 ore per vedere riaperte le aree mercatali non più soltanto per i generi alimentari. Da venerdì, quindi, nei mercatini si potranno trovare anche vestiti, scarpe e tanto altro ancora. Si dà mandato alle amministrazioni comunali di predisporre i previsti dispositivi di sicurezza nei mercati stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *