Le scuole superiori riaprono dal 1 febbraio. Il Tar ordina di rispettare il dpcm, De Luca “era quello che volevamo”

HomePrimo Piano

Le scuole superiori riaprono dal 1 febbraio. Il Tar ordina di rispettare il dpcm, De Luca “era quello che volevamo”

Concorsone della Regione Campania sospeso dal Tar
Se necessario, vaccino obbligatorio per personale sanitario e insegnanti

Il Tar della Campania ha sovvertito le scelte del Governatore De Luca e ha accolto il ricorso presentato da alcuni genitori contro l’ ordinanza della Regione ed ha deciso (con un provvedimento cautelare) che le scuole superiori dovranno aprire con “modalità integrata” secondo l’attuale Dpm nazionale

“Nessun problema, è come avevamo previsto”

«Dal primo febbraio – dice De Luca – cominciamo le attività delle secondarie inferiori e superiori. Era esattamente quello che volevamo ottenere. Sulle scuole avevamo un obiettivo che già avevo detto. Mentre la valorosa ministra Azzolina continuava a ripetere apriremo tutte le scuole il 7 gennaio, la Campania insieme con la stragrande maggioranza delle Regioni ha preso un’altra decisione, cioè: riapriamo le scuole sulla base di una valutazione dello stato dell’epidemia e dunque delle condizioni di sicurezza da garantire per gli alunni, il personale scolastico e le famiglie. 

Prudenti a gennaio, ma per riaprire in sicurezza

“Avevamo l’obiettivo . continua De Luca – di scavallare il mese di gennaio per verificare se l’epidemia, a 2-3 settimane dal periodo festivo di Natale e di Capodanno, riprendeva o si manteneva in proporzioni controllabili. Non c’era malvagità quando avevamo deciso di prenderci il mese di gennaio, siamo arrivati a raggiungere il nostro obiettivo. Nel frattempo abbiamo lavorato per potenziare il trasporto e abbiamo da questo punto di vista una situazione buona, poi dobbiamo ragionare sugli orari ma questa è responsabilità anche dei dirigenti scolastici». 

Commenti

WORDPRESS: 0
DISQUS: