Chucky, la bambola assassina che attacca chi è senza mascherina

HomeLife Style

Chucky, la bambola assassina che attacca chi è senza mascherina

Formazione obbligata per il Napoli per la gara di ritorno di Coppa Italia
Il Napoli cade a Verona (3-1), Gattuso non riesce a invertire la rotta

Chucky , “la bambola assassina”, si aggira da alcuni giorni nella metropolitana di New York. E’ seduta come un “normale” passeggero, ma poi improvvisamente si scaglia contro chi non indossa la mascherina.

Cosa succede…

La scena viene notata, filmata e diffusa. In realtà si tratta di un esperimento sociale sull’uso della mascherina. L’attacco viene inscenato da Miguel (attore affetto da nanismo) e da Sara che ha più volte interpretato la parte della “vittima”. La ragazza abbassa la mascherina in metropolitana e nasce una colluttazione che finisce per coinvolgere anche alcuni passeggeri. Le scene sono diventate virali e hanno l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’utilizzo corretto delle mascherine in luoghi chiusi e affollati come i mezzi di trasporto.

L’aneddoto di un Chucky anche a Napoli…

Anche a Napoli c’è un Chucky e i tifosi lo sanno molto bene… “Chucky” è il soprannome dell’attaccante Hirving Lozano. Nei primi anni della sua carriera in Messico i tifosi avevano notato una certa somiglianza tra il calciatore e la bambola assassina. Un soprannome che gli è rimasto anche nelle squadre europee e al Napoli.

Commenti

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0