Presa la banda che rubava le auto nei centri commerciali di Napoli

HomeCronaca

Presa la banda che rubava le auto nei centri commerciali di Napoli

Coronavirus, la Germania tra i paesi più colpiti
Maradona circondato da sciacalli: “Lo hanno sequestrato”. Ha trascorso le ulitme ore in una piccola stanza (le immagini).

Presa la banda che rubava le auto fuori ai centri commerciali di Napoli. Ci riuscivano davvero in pochissimi secondi, come dimostrano le immagini. Agivano principalmente presso i parcheggi dei centri commerciale Campania, lkea e Le porte di Napoli. 19 le vetture portate via in meno di un anno.
La banda apriva le portiere con strumenti da scasso, poi veniva manometteva la centralina inserendo una chiavetta usb su cui era caricato software apposito, il nottolino di accensione veniva rimosso. I ladri usavano un’apparecchiatura jammer per disturbare le frequenze degli antifurti evitando che il gps riuscisse a inviare il segnale sulla posizione della vettura.

In uno dei video raccolti dagli investigatori si vede uno dei ladri all’opera: entra in auto e si allontana dal parcheggio in un istante. Le indagini, coordinate dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, sono state svolte dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise tra agosto 2019 e maggio 2020. Intercettazioni, appostamenti , perquisizioni e sequestri, che hanno portato all’ordinanza di misure cautelari emessa dal gip di Santa Maria Capua Vetere. In carcere il cinquantenne Maurizio Camerlingo. Arresti domiciliari per Guido Bianco, 41 anni, Rosario Aprea, 39 anni, e Raffaele Russo, 36 anni.

 

 

Commenti

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0