Calci, schiaffi e maltrattamenti agli anziani della casa di riposo

HomeAttualità

Calci, schiaffi e maltrattamenti agli anziani della casa di riposo

Uccisi l’Ambasciatore italiano in Congo e un Carabiniere della scorta
Dpcm. Oggi si decide il cambio di colore. Campania in forse

“I nonnini di Enza”. Dietro al dolce nome della casa di riposo si nascondeva un lager per anziani. Decine gli episodi documentati in meno di due mesi dai finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo.

Dalle immagini, dell’operazione denominata “Nessuno tocchi i nonnini”, è emerso un vero e proprio regime di vita mortificante ed insostenibile, fatto di continue ingiurie e minacce. Queste alcune della frasi dette agli anziani: “ti prendo a bastonate, t’ammazzo a legnate”, “cosa inutile, prostituta… devi buttare il sangue qua e devi morire”, “tanto se muori che mi interessa”. E poi ci sono le violenze fisiche calci,  schiaffi, sputi, strattonamenti, intimidazioni per costringere gli anziani a stare seduti.

I dipendenti della struttura, come se non bastasse, non facevano uso dei dispositivi individuali di protezione covid, pur entrando a contatto stretto in un luogo chiuso con soggetti anziani, particolarmente fragili.

 

Commenti

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0