Uccisi l’Ambasciatore italiano in Congo e un Carabiniere della scorta

HomeAttualità

Uccisi l’Ambasciatore italiano in Congo e un Carabiniere della scorta

Ciarambino fa il punto sulla situazione Protezione civile
Casa di San Giuseppe Moscati, rinviato lo sgombero

Attacco al nostro personale diplomatico questa mattina in Congo. Hanno perso la vita l’Ambasciatore italiano Luca Attanasio e il Militare dell’Arma dei Carabinieri Vittorio Iacovazzi, vittime di un agguato mentre si trovavano a bordo di una autovettura per una missione ONU che aveva come obiettivo la stabilizzazione della Repubblica africana.

TENTATIVO DI SEQUESTRO

Secondo le prime ricostruzioni una banda armata avrebbe attaccato il convoglio di Jeep dove viaggiavano le rappresentanze diplomatiche. I guerriglieri avrebbero cercato di rapire l’ambasciatore italiano che sarebbe stato però mortalmente ferito assieme al carabiniere durante lo scontro a fuoco.

IL CORDOGLIO DEL MINISTRO DEGLI ESTERI LUIGI DI MAIO

“Oggi è una giornata buia e molto triste per il nostro Paese – scrive Di Maio -. Abbiamo appreso con grande sgomento e immenso dolore della morte del nostro Ambasciatore nella Repubblica Democratica del Congo, Luca Attanasio, e di un militare dell’Arma dei Carabinieri, Vittorio Iacovacci.
Due servitori dello Stato che ci sono stati strappati con violenza nell’adempimento del loro dovere. Non sono ancora note le circostanze di questo brutale attacco e nessuno sforzo verrà risparmiato per fare luce su quanto accaduto. Riferirò il prima possibile in Parlamento per fare chiarezza su quanto accaduto. Oggi lo Stato piange la perdita di due suoi figli esemplari e si stringe attorno alle loro famiglie e ai loro amici e colleghi alla Farnesina e nell’Arma dei Carabinieri.

Commenti

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0