Allarme razzismo. Donna asiatica presa a calci in testa per il “virus cinese”

HomeMondo

Allarme razzismo. Donna asiatica presa a calci in testa per il “virus cinese”

Cagnolino in bocca all’alligatore, anziano lotta per salvarlo
Bimba non vuole la mascherina, famiglia costretta a scendere dall’aereo

Una donna di 65 anni è stata scaraventata a terra da un uomo di grossa corporatura e poi colpita sul viso con diversi calci. Le scene di violenza sono state riprese dalle telecamere di sorveglianza piazzate su una strada nella West Side di Manhattan. “Tu non appartieni a qui..”, si vede affermare l’assalitore. La donna è stata ricoverata in ospedale e ha subito la frattura del bacino.

Allarme razzismo verso gli asiatici

Da quando è iniziata la pandemia, gli attacchi nei confronti degli asiatici sono arrivati a quota 4 mila a livello nazionale. Nella maggior parte dei casi sono contro donne. Violenze razziste costate la vita a 8 persone uccise ad Atlanta nel mese di marzo. La Casa Bianca è pronta ad annunciare misure per contrastare la crescente ondata discriminatoria contro gli americani di origine asiatica . Tra gli accusati dell’ escalation delle violenze anche l’ex Presidente Donald Trump che avrebbe a lungo chiamato il covid nei suoi interventi pubblici “il virus cinese” contribuendo ad alimentare un sentimento di avversione verso gli asiatici.

 

 

 

Commenti

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0