Soffoca la moglie e chiama i carabinieri: “Venite l’ho uccisa”

Soffoca la moglie e chiama i carabinieri

OMICIDIO AVELLINO

Soffoca la moglie e chiama i carabinieri: “Venite l’ho uccisa”. L’omicida ha 83 anni. L’uomo, un anziano di 83 anni, ha ucciso la moglie, probabilmente soffocandola, nel loro appartamento di Avellino. Dopo l’omicidio, l’anziano ha telefonato ai carabinieri e ha confessato: sul posto gli uomini del Comando Provinciale dell’Arma, che hanno arrestato l’83enne. Il corpo della vittima è  all’obitorio per l’autopsia. Ha ucciso la moglie, poi ha avvertito i carabinieri recandosi in caserma a piedi, confessando l’omicidio. “Ho ucciso mia moglie”, ha riferito l’anziano – Gerardo Limongiello di 85 anni – agli agenti in servizio al comando provinciale dei carabinieri di Avellino. I militari si sono subito recati sul luogo, un appartamento al terzo piano di un condominio in via Iannaccone, dove hanno trovato il corpo senza vita della donna, Antonietta Ficuciello di 83 anni.

 

SOFFOCA LA MOGLIE E CHIAMA I CARABINIERI: LE INDAGINI

Secondo un primissimo esame, la donna sarebbe morta per soffocamento. I carabinieri stanno eseguendo le indagini necessarie per ricostruire con esattezza quanto accaduto. Il magistrato di turno, Vincenzo Russo, coordina le indagini sul delitto. Sul posto sono intervenuti anche gli agenti del Reparto investigazioni scientifiche e il medico legale. Un dramma che vede ancora coinvolta una donna.

Potrebbe anche interessarti: “FALSI PERMESSI DI SOGGIORNO”

Potrebbe interessarti

https://www.sicomunicazione.it/2021/05/05/soffoca-la-moglie-e-chiama-i-carabinieri/

Scelti per te

In evidenza

Commenti

Gli articoli più letti