Ripartono gli hub vaccinali, timori per i messaggi fake

Dopo quella che oramai sembra divenuta una consuetudine, ovvero la carenza di scorte di vaccini all’inizio della settimana, tutti gli hub vaccinali della città di Napoli hanno ripreso a pieno regime le proprie attività. Nella giornata di lunedì era rimasto attivo soltanto il centro della mostra d’oltremare dove sono state inoculate circa 3mila seconde dosi del vaccino AstraZeneca, presente insieme a quello Moderna e Johnson&Johnson mentre da giovedì si riprenderà con le somministrazioni di Pfizer con oltre 31mila dosi. Proprio la chiusura di lunedì sarà probabilmente causa di determinati ritardi nella somministrazione dei vaccini, anche se l’Asl Napoli 1 Centro, competente per il capoluogo, ha stilato un piano di recupero che rende omogenea la platea ogni volta convocata per la somministrazione, a partire dalla suddivisione nei giorni centrali della settimana di prime dosi a Capodichino e di seconde dosi alla Mostra d’Oltremare. Intanto da segnalare anche una nota giudiziaria, è stato lanciato l’allarme circa messaggi fasulli che annuncerebbero ai cittadini la convocazione per il vaccino, un vero e proprio imbroglio ai danni delle persone. Preoccupato per l’evento, il direttore generale dell’Asl Ciro Verdoliva ha affermato di aver già allertato le autorità competenti e ha ricordato che ogni messaggio arrivo da un numero con prefisso 371 oppure con 4390 e all’interno vi è il codice fiscale del cittadino.

Potrebbe interessarti

https://www.sicomunicazione.it/2021/05/25/ripartono-gli-hub-vaccinali-timori-per-i-messaggi-fake/

Scelti per te

In evidenza

Commenti

Gli articoli più letti