Avellino Est e Valle dell’Irno, le nuove Terre dei Fuochi

Si parla anche di:

In Campania ci sono aree circoscritte e limitate del territorio fortemente inquinate che avvelenano la popolazione, mettendo a rischio la loro salute. È quanto emerge dal progetto Spes, lo studio di biomonitoraggio ambientale presentato ieri alla Regione Campania, utile per capire quali interventi sanitari e ambientali sono necessari per arrestare questo processo. Il primato negativo non appartiene, come si supponeva, all’area a sud del Volturno che si spinge fino a Napoli Nord tristemente indicata come Terra dei fuochi ma alla Valle dell’Irno, territorio tra le province di Salerno e Avellino che sbocca sul golfo di Salerno, e alla valle del fiume Sabato, a est dell’Irpinia. I motivi sono correlabili a fonderie, insediamenti industriali e geomorfologia.

Potrebbe interessarti

https://www.sicomunicazione.it/2021/06/04/avellino-est-e-valle-dellirno-le-nuove-terre-dei-fuochi/

Scelti per te

In evidenza

Commenti

Gli articoli più letti