Condanne per l'uccisione di Pasquale Apicella

Condanne per l’uccisione di Pasquale Apicella

HomeCronaca

Condanne per l’uccisione di Pasquale Apicella

Condanne per l'uccisione di Pasquale Apicella. Condannati in primo grado per omicidio volontario i tre uomini responsabili della morte di Pasquale Api

Focolaio al Vomero: ne parla il presidente della municipalità De Luca
Fase 2: situazione trasporti a Napoli

Condanne per l’uccisione di Pasquale Apicella. Condannati in primo grado per omicidio volontario i tre uomini responsabili della morte di Pasquale Apicella. Il poliziotto 37enne rimase ucciso a Napoli, la notte del 27 aprile 2020. Durante un inseguimento con i tre rapinatori che avevano tentato di svaligiare un bancomat. La Corte d’Assise di Napoli ha condannato tre uomini. Fabricio Hadzovic, 41 anni, Admir Hadzovic, 28 anni, e di Igor Adzovic, 40 anni, rispettivamente a 26, 18 e 18 anni di reclusione.

CONDANNE PER L’UCCISIONE DI PASQUALE APICELLA

I tre per seminare la Polizia usarono la loro Audi come un’arma, scagliandosi a fortissima velocità contro la «pantera» a bordo della quale c’era Apicella, uccidendolo. L’ultimo componente la banda, Renato Adzovic, 24 anni, giudicato con il rito abbreviato. Condannato a sei anni di reclusione ma per reati minori. «Riconosciuta l’ipotesi di reato formulata dal pubblico ministero, ossia l’omicidio volontario: d’altronde non poteva, questo episodio, essere relegato a un semplice omicidio stradale» così l’avvocato Gennaro Razzino. Per i giudici della terza Corte di Assise i tre sono colpevoli di omicidio volontario, oltre che di tentata rapina, tentato furto, lesioni dolose e ricettazione. I tre, quella tragica notte, tentarono di tutto, durante l’inseguimento, per cercare di liberarsi delle forze dell’ordine.

Potrebbe anche interessarti: Arrestato per spaccio zio di Luigi Caiafa

Commenti

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0