Vaccinazioni in autunno fine emergenza

Vaccinazioni in autunno fine emergenza

HomeAttualità

Vaccinazioni in autunno fine emergenza

Vaccinazioni in autunno fine emergenza. La macchina vaccinale è ben rodata ed entro settembre, l’80% degli italiani potrebbe essere immunizzata contro

Mestieri in quarantena: i parrucchieri
Federfarma ed il calmiere sui prezzi delle mascherine

Vaccinazioni in autunno fine emergenza. La macchina vaccinale è ben rodata ed entro settembre, l’80% degli italiani potrebbe essere immunizzata contro il covid-19. Prospettive che hanno spinto il commissario straordinario all’emergenza, il generale Francesco Paolo Figliuolo, a ipotizzare che nel prossimo autunno si potrà gradualmente sospendere lo stato d’emergenza. Cioè agire non più con una maxi organizzazione a livello locale. Dotata di molteplici hub vaccinali, bensì demandare gran parte delle operazioni a medici di base, pediatri e farmacisti.

VACCINAZIONI IN AUTUNNO FINE EMERGENZA

Attualmente, in Italia, si contano più di 13 milioni di vaccinati. Ovvero quasi un italiano su 4 pari a oltre il 24% della popolazione. «Le previsioni circa le forniture di vaccini per il mese di aprile confermano il trend attualmente in crescita, con oltre 8 milioni di dosi in arrivo, 400 mila delle quali del tipo Johnson&Johnson», ha proseguito. «Il rateo ideale di vaccini da raggiungere, a regime, è fissato in almeno 500 mila somministrazioni al giorno, per ottenere l’immunità di gregge entro la fine di settembre». In Italia «abbiamo oltre 2mila punti vaccinali, che sono cresciuti del 30% nel mese di marzo», ha poi spiegato il commissario.

Altri 420 siti – in aggiunta agli oltre duemila attualmente attivi – sono stati individuati per la somministrazione dei vaccini e comunicati alle Regioni. Identificati tra i siti produttivi, la grande distribuzione, le palestre, le scuole, le strutture di associazioni o della Conferenza Episcopale Italiana.

Potrebbe anche interessarti: Vaccini in farmacia a Napoli

 

Commenti

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0