Il nuovo hub vaccinale dell’Esercito a Maddaloni

HomeSalute

Il nuovo hub vaccinale dell’Esercito a Maddaloni

L’Asl di Caserta si affida ancora una volta all’Esercito per ultimare nel più breve tempo possibile la campagna vaccinale anti-Covid, in particolare n

Castelvolturno. Ucciso un bimbo di 2 anni, fermato il compagno della madre
Quasi metà delle persone morte per Covid in Europa era residente in Rsa

L’Asl di Caserta si affida ancora una volta all’Esercito per ultimare nel più breve tempo possibile la campagna vaccinale anti-Covid, in particolare nell’area della provincia in cui la situazione dei contagi fa registrare ancora numeri importanti, ovvero a Maddaloni – primo comune del Casertano con 135 casi attuali – e nei meno popolati comuni limitrofi, come San Felice a Cancello (31 casi) e Santa Maria a Vico (40). È infatti attivo da qualche giorno l’hub vaccinale alla Caserma Mauro Magrone di Maddaloni, sede della scuola di commissariato dell’Esercito Italiano, di cui è comandante il generale Francesco Riccardi; è il secondo hub gestito dall’Esercito in provincia dopo quello di Caserta, allestito ormai dal primo marzo alla caserma Ferrari Orsi, sede della Brigata Bersaglieri Garibaldi. E se a Caserta si somministrano seimila vaccini al giorno, a Maddaloni si è già arrivati a circa 1200 dosi quotidiane (si punta alle duemila al giorno), con oltre seimila vaccini somministrati dal primo giugno. Oggi si è tenuta una cerimonia di presentazione dell’hub, alla presenza delle autorità. Per il presidente del Consiglio regionale della Campania Gennaro Oliviero, “con l’hub aperto a Maddaloni, contiamo di far diventare quanto prima la provincia di Caserta ‘Covid free’; è un passo avanti importante verso il pieno ritorno alla normalità, ed è il frutto di una sinergia fondamentale tra istituzioni, ovvero tra Esercito Italiano, Regione Campania, Asl di Caserta, Comune e Protezione civile di Maddaloni“.

Commenti

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0