Utopia Distopia: il mito del progresso partendo dal Sud

Si parla anche di:

Dopo le chiusure dovute all’emergenza sanitaria, al cui superamento ha dato un significativo contributo ospitando il Covid Vaccine Center, la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee inaugura la nuova stagione del Madre, il museo d’arte contemporanea della Regione Campania. In accordo con i vertici regionali e con il sostegno del Cda della Fondazione, composto dalla Presidente Angela Tecce, dalla vicepresidente Maria Letizia Magaldi e da Achille Bonito Oliva, il Madre propone un’offerta artistica inedita e di alto livello. La riapertura avviene sotto il segno di Utopia Distopia: il mito del progresso partendo dal Sud, prima esposizione curata da Kathryn Weir, nominata Direttrice artistica del Madre nel 2020. Concepita in relazione alla collezione del Madre, la mostra presenta opere di cinquantacinque artisti, approfondendo temi di stringente attualità. Vengono indagate le pratiche contemporanee che hanno risposto ai massicci cambiamenti sociali dell’ultimo mezzo secolo: urbanizzazione, industrializzazione, creazione di nuove periferie urbane, svuotamento delle campagne, lotte relative alle libertà e alle restrizioni del corpo. La mostra propone un’analisi delle speranze utopistiche messe a confronto con le esperienze distopiche dell’era moderna, con particolare attenzione al Mezzogiorno, oltre alla rappresentazione del sostanziale fallimento delle logiche, a volte violente, che muovono l’ideologia del progresso – fallimento di cui abbiamo vissuto la dimostrazione durante il periodo della pandemia di un sistema che si è sovraccaricato. Sei sezioni – Spazio Urbano, Spazio Rurale, Spazio Periferico, Spazio Industriale, Spazio Extraterritoriale e Spazio del Corpo – culminano in una sala finale che simboleggia l’apertura alla possibilità di immaginare un futuro altro.

Potrebbe interessarti

https://www.sicomunicazione.it/2021/07/10/utopia-distopia-il-mito-del-progresso-partendo-dal-sud/

Scelti per te

In evidenza

Commenti

Gli articoli più letti