Napoli la viabilità in previsione del G20. Strade chiuse, divieti di sosta e manifestazioni. Con il summit dei ministri e le delegazioni internazionali il 22 e il 23 luglio a Palazzo Reale

Napoli la viabilità in previsione del G20

Si parla anche di:

Napoli la viabilità in previsione del G20. Napoli si blinda per il G20 Ambiente ed Energia, ma il nuovo dispositivo per la viabilità predisposto dal Comune annuncia giornate difficilissime sul fronte traffico. Strade chiuse, divieti di sosta e manifestazioni. Con il summit dei ministri e le delegazioni internazionali il 22 e il 23 luglio a Palazzo Reale, si chiude l’intero perimetro intorno a piazza del Plebiscito. Ma soprattutto, auto e mezzi di trasporto non potranno circolare su via Partenope e via Nazario Sauro dalle 7 del mattino di mercoledì 20 luglio fino a venerdì 23. Si blocca in pratica la via di collegamento tra le due aree della città. In una situazione già critica a causa della chiusura della Galleria Vittoria.

Il traffico sarà infatti dirottato su via Chiatamone, dove si camminerà su due sensi di marcia. Una rivoluzione temporanea che promette però tanti disagi, anche perché le restrizioni sono destinate ad aumentare nelle due giornate del summit con chiusure ulteriori. Da via Gennaro Serra a piazzetta Carolina, e tra via Nicotera e Santa Teresella nei Quartieri Spagnoli, a ridosso di via Toledo, con deroghe solo per i residenti. Previsti dalla mezzanotte di martedì 20 luglio anche divieti di sosta con rimozione coatta nella zona del Lungomare, e poi a Posillipo, al Vomero e a via Carbonara. Vietata inoltre la circolazione di camion sopra le 3,5 tonnellate nel centro storico fino a via Acton. Tutto ciò con disagi nella eventuale fornitura di merci per negozi e altre attività. Saranno giornate calde, insomma, anche per gli annunciati cortei e le manifestazioni dei movimenti antagonisti al G20. La Prefettura ha predisposto un piano sicurezza.

Potrebbe interessarti

https://www.sicomunicazione.it/2021/07/19/napoli-la-viabilita-in-previsione-del-g20/

Scelti per te

In evidenza

Commenti

Gli articoli più letti