Tullio Pironti morto a 84 anni, oggi i funerali

Si parla anche di:

Nato a Napoli nel 1937, Pironti ha avuto un ruolo centrale nella cultura e non solo in quella partenopea. Figlio di generazioni di librai, esordì nel 1972 con il libro-reportage ”La lunga notte dei Fedayn” del giornalista Domenico Carratelli, all’indomani della strage di atleti israeliani ai giochi Olimpici di Monaco di Baviera. Ma il suo merito più grande fu aver fatto scoprire al pubblico italiano alcuni giganti della letteratura nord americana: Don De Lillo, Bret Easton Ellis, Raymond Carver, ma anche il Premio Nobel egiziano Nagib Mahfuz. “I diritti di Easton Ellis li vinsi in un’asta telefonica. Prevalse l’incoscienza del giocatore” – raccontò in un’intervista. E Fernanda Pivano gli regalò la sua prefazione al libro. Tra le opere di maggior successo, anche ‘Il camorrista’, del giornalista Joe Marrazzo, su Raffaele Cutolo, da cui fu tratto un film di successo. Pironti, ex pugile, pubblicò anche la storia della sua vita, in un volume dal titolo “Libri e cazzotti”.
“La scomparsa di Tullio Pironti ci porta via un uomo di profonda cultura, un innamorato di Napoli. Ho un ricordo molto bello di Tullio, per la sua schiettezza e la sua umanità. Un napoletano verace. Siamo vicini alla famiglia, agli amici e a quanti hanno avuto la fortuna di conoscerlo.” È il messaggio di cordoglio del sindaco di Napoli Luigi de Magistris per la morte dello storico editore partenopeo.

https://youtu.be/b-_nmanDEZk

Potrebbe interessarti

https://www.sicomunicazione.it/2021/09/16/oggi-i-funerali-di-tullio-pironti-leditore-pugile-che-pubblico-mahfuz-e-il-camorrista/

Scelti per te

In evidenza

Commenti

Gli articoli più letti

Banner compra uno spazio da noi