Si sparano in chiesa per i posti a sedere, 6 misure cautelari

Su delega della Procura Distrettuale, i Carabinieri del Comando Provinciale di Catania hanno dato esecuzione questa mattina, nelle città di Catania

Su delega della Procura Distrettuale, i Carabinieri del Comando Provinciale di Catania hanno dato esecuzione questa mattina, nelle città di Catania e Acireale, ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania, nei confronti di 6 persone (una destinataria di custodia cautelare in carcere e i restanti 5 della misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria), ritenute responsabili di rissa aggravata in concorso.

Il provvedimento trae origine da un’indagine condotta dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Acireale a seguito della rissa scaturita il 5 settembre scorso tra i familiari di ex coniugi per un diverbio dovuto all’assegnazione dei posti all’interno della Chiesa in occasione della celebrazione del rito della prima comunione del figlio di Leocata Alberto e Addamo Carmen (non destinataria dell’odierna misura). Nel corso della rissa, Leocata Camillo, nonno del giovane, era stato arrestato nell’immediatezza per tentato omicidio e porto illegale di arma comune da sparo poiché aveva esploso un colpo di arma da fuoco all’indirizzo del Vice Brigadiere Grasso Sebastiano Giovanni, intervenuto a sedare la rissa seppur libero dal servizio e riportante nella circostanza gravissime lesioni.

Potrebbe interessarti anche: Red Bull Neymar, inaugurato il Campetto “Sgarrupato” a Montesanto – SiComunicazione

https://www.sicomunicazione.it/2021/10/26/si-sparano-in-chiesa-per-i-posti-a-sedere/

In evidenza

Gli articoli più letti

Banner compra uno spazio da noi