Terze dosi a rilento. Fatta solo una su quattro

Si parla anche di:

A rilento la campagna per le terze dosi in Italia. Solo una persona su quattro ha aderito alla somministrazione

A rilento la campagna per le terze dosi in Italia. Solo una persona su quattro ha aderito alla somministrazione. Le istituzioni corrono ai ripari. In aumento in casi Covid in Italia, più 34 per cento in Campania nell’ultima settimana. Tra i ricoverati crescono i vaccinati. Nei prossimi sette giorni è attesa una circolare del ministero della Salute per il richiamo a 1,5 milioni di vaccinati con il monodose Johnson & Johnson.

E’ ipotizzato invece per gennaio l’allargamento della platea per le terze dosi, per ora riservate a fragili, a over 60 e a personale sanitario. Di questi, solo uno su quattro si è finora presentato in hub e farmacie, mentre la percentuale degli over 80 è ferma al 15 per cento: quasi uno su dieci. La media è di 30mila iniezioni al giorno per il richiamo, soltanto raccomandato per rinforzare le difese del vaccino in calo con il tempo. Se a queste 30 mila si aggiungono le prime dosi, che viaggiano a una media massima di 35 mila al giorno, in Italia restano in frigo oltre dieci milioni di fiale di Pfizer e Moderna.

Da qui, anche per non renderle inutilizzate, la proposta di allargare subito la platea delle terze dosi. Il virus continua infatti a circolare. In Italia ci sono ancora 7 milioni di non vaccinati, circa 800 mila in Campania. Ma in regione aumenta l’incidenza dei ricoveri tra i vaccinati.

Restano attrezzati con reparti Covid i due policlinici e il Cotugno, dove si contano 4 terapie intensive e 19 subintensive occupate su 32 posti disponibili. I casi più gravi si registrano per persone già affette da patologie pregresse. Tra i ricoverati, anche giovani di età tra i 25 e i 27 anni. Al Policlinico della Federico II sono in reparto due giovani mamme non vaccinate, in quello della Vanvitelli anche un paziente con terza dose che non ha avuto tempo di fare effetto. Dai medici, un appello al vaccino e alla terza dose per un virus che continua a fare ogni giorno circa 50 morti in Italia.

Potrebbe interessarti

https://www.sicomunicazione.it/2021/10/27/terze-dosi-a-rilento-fatta-solo-una-su-quattro/

Scelti per te

In evidenza

Commenti

Gli articoli più letti

Banner compra uno spazio da noi