Del Re confessa: “Ho sparato a Noemi, ma non volevo”

“Solo dopo due anni di bugie, in fase di appello arrivano le scuse da parte degli imputati. Con noi questi giochetti non funzionano

Arriva la confessione di del Re, principale imputato per il ferimento della piccola Noemi, ma la sua confessione ha provocato la reazione della famiglia della bimba.

“Solo dopo due anni di bugie, in fase di appello arrivano le scuse da parte degli imputati. Con noi questi giochetti non funzionano. Spero il giudice terrà conto di questa subdola strategia al solo fine di nascondere la verità e diminuire gli anni di galera”. Sono le parole di Tania Esposito, mamma della piccola Noemi, ferito in un agguato di camorra in piazza Nazionale. Del Re,già ritenuto responsabile del ferimento sia della piccola Noemi che di Salvatore Nurcaro, avrebbe confessato di aver esploso lui il colpo che ha ferito la piccola Noemi.

“Sono padre di figli piccoli e quello che è successo a Noemi mi ha distrutto. Chiedo scusa per quello che ho fatto. Il mio unico obiettivo era Salvatore Nurcaro, con il quale era in corso da tempo una lite personale”.

Del Re risulta condannato a 18 anni di carcere per il triplice tentato omicidio della piccola Noemi, della nonna della bimba e del rivale Salvatore Nurcaro. Il fratello Antonio invece è stato condannato a 14 anni di carcere per la complicità negli stessi reati. Il Procuratore generale ha chiesto la conferme delle condanne di primo grado per i due fratelli Del Re.

Potrebbe interessarti anche: Arrestato prete ad Avellino, abusava di un 13enne – SiComunicazione

Potrebbe interessarti

https://www.sicomunicazione.it/2021/10/28/del-re-confessa-ho-sparato-a-noemi-ma-non-volevo/

Scelti per te

In evidenza

Commenti

Gli articoli più letti

Banner compra uno spazio da noi