SiComunicazione. News in tempo reale Video cronaca politica economia sport cultura lifestyle. Campania. Agenzia stampa

Sorelle aggredite con l’acido, si costituisce la zia

L’autrice del lancio dell’acido alle due sorelle confessa. Una vicenda legata a motivi familiari. A gettare il pericoloso liquido verso il volto delle due vittime è stata la loro giovane zia di 22 anni. Su di lei si è concentrata l’attenzione della Squadra Mobile e della Procura di Napoli. La donna si è recata in Questura dichiarando di essere stata l’autrice dell’insano gesto che avrebbe potuto avere conseguenze ancora più gravi per le nipoti.

La confessione e le prove

Gli investigatori l’hanno interrogata per diverse ore, in presenza del suo avvocato. La donna non ha potuto negare dinanzi le prove. Il reato di “deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti del viso” le viene contestato in concorso. All’origine del gesto ci sarebbero vecchi dissidi familiari.

Arrivare ai complici

La donna è stata sottoposta a fermo. Si avvia dunque verso una rapida soluzione una un caso che aveva destato preoccupazione e innalzato l’allarme sociale: l’ultimo di una serie di episodi di criminalità che saranno l’1 giugno al centro di una apposita riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. L’attenzione degli investigatori si concentrerà ora sugli altri componenti della gang che avrebbero partecipato all’agguato verso le due sorelle di 17 e 24 anni. Sarebbero almeno altri 4 i componenti del gang.

Potrebbe interessarti anche: Agguato con l’acido, 2 sorelle ustionate

 

https://www.sicomunicazione.it/2022/06/01/campania/cronaca/sorelle-aggredite-acido-zia-22-anni/

In evidenza

CRONACA

POLITICA