SiComunicazione. News in tempo reale Video cronaca politica economia sport cultura lifestyle. Campania. Agenzia stampa

Napoli, area Nord. Estorsioni ai panettieri “per le mogli dei carcerati”

Prima 3mila, poi 5mila, poi 7mila euro “per stare tranquillo” e provvedere al mantenimento delle mogli dei carcerati

Prima 3mila, poi 5mila, poi 7mila euro “per stare tranquillo” e provvedere al mantenimento delle mogli dei carcerati. Un noto panettiere, titolare di diversi negozi tra #Napoli e provincia è stato costretto a pagare migliaia di euro come “tassa” sui suoi guadagni.

Per le mogli dei carcerati

Per gli estorsori occorreva  «contribuire alle mesate (stipendi, ndr) per le mogli dei carcerati». È una delle motivazioni alle richieste documentate tra i quartieri Miano, Piscinola, Chiaiano e Marianella di #Napoli. I carabinieri della compagnia Vomero ieri hanno così notificato 6 provvedimenti di fermo a persone ritenute dalla Procura di #Napoli soggetti di “elevato spessore criminale”. 

Il continuo aumento delle richieste

Secondo le ricostruzioni, a seguito di una prima richiesta di 3mila euro, dopo tre mesi gli «emissari» si sono rifatti vivi presso le panetterie per aumentare la loro «tassa»: da tremila e cinquemila euro. Alle vittime hanno spiegato che «…teniamo troppi carcerati da mantenere». A un commerciante è stato anche chiesto di aggiungere «10 centesimi per ogni chilo di pane venduto», pena la sua estromissione «dal giro del pane» in favore del clan. 

La cattura

Una delle vittime, incapace di sostenere una richiesta estorsiva da ben 7mila euro lo scorso 5 luglio ha presentato una denuncia ai carabinieri che, attraverso ricostruzioni, pedinamenti e testimonianze sono arrivati alla cattura della banda di ricattatori.

Potrebbe interessarti: Duplice Omicidio a Ponticelli, uccisi al rione Fiat

Dicci cosa ne pensi di SiComunicazione: CLICCA QUI

https://www.sicomunicazione.it/2022/07/26/campania/cronaca/napoli-area-nord-estorsioni-panettieri-mogli-carcerati/

In evidenza

CRONACA

POLITICA