SiComunicazione. News in tempo reale Video cronaca politica economia sport cultura lifestyle. Campania. Agenzia stampa

Bagnoli, ex Nato: arriva il nuovo Distretto Campano dell’Audiovisivo

distretto campano audiovisivo progetto regione campania film commission ex base nato bagnoli

È stato con una conferenza stampa svolta tra le mura di Palazzo Santa Lucia che il Governatore De Luca e i vertici della Fondazione Film Commission Regione Campania hanno annunciato l’inizio dei lavori per la costruzione del nuovo Distretto Campano dell’Audiovisivo. Il polo, dedicato al mondo del cinema a tuttotondo, sorgerà a Bagnoli, lì dove in precedenza sorgeva l’ex base NATO.

Il progetto illustrato in Regione

Oltre 100 ambienti distribuiti su 4 piani per un’estensione totale di 10mila metri quadri, tutto nell’area dell’ex base NATO di Bagnoli: questo il piano presentato a Palazzo Santa Lucia per il nuovo Distretto Campano dell’Audiovisivo. “È un obiettivo ambizioso che ci siamo proposti”, ha commentato il governatore De Luca.

“Noi abbiamo investito dal 2016, da quando abbiamo approvato la legge sul cinema, risorse importanti per le produzioni cinematografiche e televisive. Abbiamo deciso di dare vita a un distretto vero e proprio dove si possano concentrare le start-up, si possa fare formazione e si possano aprire dei set cinematografici di alto livello”, ha poi aggiunto il presidente della Regione Campania.

L’obiettivo del Distretto

Il nuovo Polo del digitale e dell’animazione creativa fornirà alla regione tutto il necessario per potenziare e valorizzare ulteriormente uno dei settori maggiormente in crescita del nostro territorio. “Anche da noi ci sarà un’infrastruttura che, però, noi vogliamo consacrare non solo al potenziamento delle capacità attrattive della nostra regione”, ha dichiarato Maurizio Gemma, Direttore della Fondazione Film Commission Regione Campania, “ma vogliamo anche che questo sia uno strumento concreto per lo sviluppo del comparto locale”.

Il cantiere, partito ufficialmente nel mese di luglio, dovrebbe essere completato entro la fine del 2023, con una spesa complessiva di 4milioni e 200mila euro finanziati dal Fondo Sviluppo e Coesione. “Il progetto, anzi il cantiere, è avviato e sta cominciando a girare a pieno regime”, ha detto di più Titta Fiore, Presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Film Commission.

“È una reatà che ci è stata richiesta dal comparto”, ha poi aggiunto Fiore, sottolineando come il territorio continui a ospitare un numero crescente di titoli e produzioni e che, quindi, “bisognava radicare queste produzioni in una maniera meno effimera, dando una base solida al comparto: il progetto del distretto nasce da qui”, ha poi concluso, “e sarà a breve una realtà importante”.

Potrebbe anche interessarti: Il nuovo volto della Sirenetta, la meraviglia sul volto dei più piccoli

Segui SiComunicazione su Google News

https://www.sicomunicazione.it/2022/09/14/napoli/spettacoli/cinema/distretto-campano-audiovisivo-regione-campania-fondazione-film-commission/

In evidenza

CRONACA

POLITICA