SiComunicazione. News in tempo reale Video cronaca politica economia sport cultura lifestyle. Campania. Agenzia stampa

Elezioni 2022, le ultime dai partiti

ultime novità dai partiti elezioni politiche

A quattro giorni dall’apertura dei seggi elettorali, la campagna dei partiti verso le prossime elezioni politiche prosegue spedita. Ecco le ultime dai candidati.

Astensionismo e chede bianche

In Campania, il leader del PD, Enrico Letta, ha visitato gli Scavi di Pompei assieme al ministro Franceschini per poi dirigersi in periferia, a Portici, dove assieme al ministro Speranza e all’ex segretario del Partito Democratico, Pierluigi Bersani, Letta ha concluso la sua campagna elettorale in Campania. “Basta che ci siano 4-5 punti che ballano nei collegi uninominali decisivi e noi possiamo vincere queste elezioni”, le sue ultime dichiarazioni.

Sui voti si è espresso anche il leader della Lega, Matteo Salvini, che ha definito ‘sbagliato’ il non voto nel corso di un comizio a Torino: “C’è un terzo dei piemontesi che dice voto o non voto, perché il centrodestra ha già vinto, sbagliato. Non voto perché la politica non mi riguarda e a casa mia non entra? Sbagliatissimo: il primo gennaio 2023 è la politica che sceglie se vai in pensione a 60 o a 67 anni”.

Ancora sul voto, il leader di Italexit, Gianluigi Paragone: “C’è un 40% di italiani che non sa chi votare”, bisogna “convincere fino all’ultimo gli astenuti”.

Le critiche, il fronte estero e le alternative

Ad attaccare il leader del Carroccio, Carlo Calenda, che nel corso di un’intervista lo ha definito ‘fuori controllo’. Sul risultato di Azione alle elezioni, invece, Calenda auspica per il suo partito più voti di quelli che prenderà la Lega.

Giornate molto impegnative per i Pentastellati, il cui leader Conte oggi sarà in giro per la Campania. Nel corso di un’intervista televisiva, il leader dei 5Stelle ha criticato la risposta dell’Europa al conflitto russo in Ucraina con parole dure: “Ma l’Occidente la vuole la pace o no? Va costruita, non scende con la Provvidenza: dobbiamo essere tutti coinvolti. Se invece c’è qualcuno nello schieramento euroatlantico che vuole una vittoria militare che distrugga la Russia di Putin, non c’è possibilità di pace”.

Sulla guerra si è espresso nel corso di un comizio di Forza Italia anche il Vicepresidente e coordinatore unico di Forza Italia, Antonio Tajani. “Noi di Forza Italia siamo per dare continuità alla nostra politica estera: difesa dell’Ucraina, sanzioni alla Russia, relazioni forti con gli Usa e grande presenza nella Nato. Insomma, gli italiani e gli europei non devono avere paura, soprattutto se si rafforza il centro del centrodestra”, le sue parole.

Rivendica lo status di alternativa alle destre e a quelle che definisce pseudo-sinistre, il leader di Unione Popolare, Luigi De Magistris. “Entrare in parlamento significa portare la voce di chi non ha voce e questo è un fatto democratico molto importante, in un autunno difficile che avremo, per non lasciare solo alla piazza la rabbia, l’esasperazione e il conflitto sociale”.

Potrebbe anche interessarti: Le novità dai partiti in vista delle prossime elezioni politiche

Segui SiComunicazione su Google News

https://www.sicomunicazione.it/2022/09/21/campania/politica/elezioni-2022-le-ultime-dai-partiti/

In evidenza

CRONACA

POLITICA