SiComunicazione. News in tempo reale Video cronaca politica economia sport cultura lifestyle. Campania. Agenzia stampa

Trovano arma in cantina e finisce in carcere: era già ai domiciliari

arma non registrata in casa di uomo ai domiciliari

I Carabinieri gli perquisiscono l’abitazione e trovano delle armi che non dovevano essere lì: per questo finisce in carcere. L’uomo, però, era già agli arresti domiciliari.

La scoperta in casa del 46enne

Siamo sulla collina dei Camaldoli, nel napoletano: qui risiede l’uomo al centro della vicenda era stato sottoposto alla detenzione presso il proprio domicilio. Le motivazioni dietro l’attuazione del procedimento, poche e semplici: l’uomo sarebbe un violento e avrebbe maltrattato sua moglie, residente nel comune di Quarto.

Gli agenti decidono di perquisire l’abitazione dell’uomo, un 46enne del posto, e qui saltano fuori i pezzi d’artiglieria. L’ispezione dei Carabinieri ha portato alla luce un revolver con matricola abrasa, una calibro 38, e diverse munizioni. L’arma era stata nascosta nella cantina dell’abitazione con discreta cura e, a maggior ragione, sarà ora sottoposta dagli inquirenti a test e accertamenti, per verificare un suo eventuale uso nel corso di fatti di sangue o altri illeciti.

Dai domiciliari al carcere

L’uomo, già ai domiciliari, è stato scortato dagli agenti in carcere. Qui resterà in attesa di rispondere del reato di detenzione di arma clandestina, a meno di eventuali aggravanti che potranno emergere in seguito alla pubblicazione dei risultati dei test balistici.

Potrebbe anche interessarti: Controlli sulla rotta Napoli – Ischia: giovani all’imbarco con armi e droga

Segui SiComunicazione su Google News

https://www.sicomunicazione.it/2022/10/05/napoli/cronaca/finisce-in-carcere-perche-aveva-arma-clandestina-in-casa-era-ai-domiciliari/

In evidenza

CRONACA

POLITICA