SiComunicazione. News in tempo reale Video cronaca politica economia sport cultura lifestyle. Campania. Agenzia stampa

Il nuovo parlamento al lavoro dal 10 ottobre

Si parla anche di:

Parlamento al lavoro dalla prossima settimana

Sono passati 10 giorni dalle elezioni. Lunedì prossimo i rappresentanti eletti di Camera e Senato inizieranno il loro lavoro a Palazzo Madama e a Montecitorio con gli adempimenti burocratici, il tesserino da parlamentare e l’apertura dell’account personale.

Un primo giorno di lavoro per 600 deputati (345 in meno per la prima volta)

Il nuovo parlamento sarà “nuovo” per davvero. Per la prima volta nella storia della nostra repubblica nei due emicicli siederanno 345 deputati e senatori in meno. Dopo la riforma costituzionale voluta da Di Maio e Conte, al primo è costata probabilmente il posto in parlamento, che ha tagliato il numero dei candidati eletti siederanno a Montecitorio 400 deputati e non 630, a Palazzo Madama 200 e non 315.

La prima giornata della XIX legislatura

Tra otto giorni, vale a dire il 13 ottobre, prenderà il via la XIX legislatura. A questo punto entro il week end della prossima settimana saranno scelti e votati i presidenti di Camera e Senato. Il primo atto sarà la proclamazione degli eletti. Subito dopo i parlamentari saranno chiamati ad eleggere i nuovi presidenti di Camera e Senato, che succederanno a Roberto Fico e Elisabetta Casellati.

Per la Camera l’elezione è per scrutinio segreto a maggioranza dei due terzi, vuol dire che il neo eletto presidente deve ottenere 267 voti su 400. Dal secondo scrutinio si calcola sempre i 2/3 ma con le schede bianche comprese. Dal quarto in poi è sufficiente, per l’elezione del presidente, la maggioranza assoluta. Questo fa pensare che il successore di Fico sarà eletto non prima di venerdì pomeriggio. Ovviamente se il centro destra volesse lasciare la presidenza all’opposizione già dopo il primo scrutinio potrebbe essere eletto il presidente.

Per il Senato i giochi sono più veloci, almeno sulla carta. Con i numeri della nuova maggioranza, il nuovo presidente potrebbe essere eletto già al primo scrutinio, quindi giovedì.

Potrebbe anche interessarti: Scatta il toto-nomi per la formazione del nuovo Governo

Segui SiComunicazione su Google News

https://www.sicomunicazione.it/2022/10/05/napoli/politica/governo/nuovo-parlamento-lavoro-10-ottobre/

In evidenza

CRONACA

POLITICA