SiComunicazione. News in tempo reale Video cronaca politica economia sport cultura lifestyle. Campania. Agenzia stampa

Maxi rissa nel casertano: due famiglie si scontrano per affidamento

maxi rissa nel casertano, poliziotti fermano sette

Sette le persone denunciate dagli agenti della Polizia di Stato per rissa, danneggiamento e lesioni gravissime. Il motivo, l’affidamento di un bimbo di poco più di un anno.

Rissa nel casertano

Stando a quanto emerso dalle indagini condotte dagli agenti del Commissariato di Marcianise, alla base della maxi rissa ci sarebbe la delicata situazione di affidamento di un bambino nato dalla relazione tra due adolescenti membri delle rispettive famiglie. I 16enni avevano avuto una relazione, durante la quale avevano concepito il piccolo, ma con la fine della storia, le beghe tra le loro famiglie erano iniziate, dissapori dovuti proprio all’affidamento del bambino.

Da tempo era stato avviato anche un contenzioso legale. Poi, la scorsa vigilia di Natale, la sfida era finita in strada. La giovane madre del pargolo era stata vista fuori a un bar del comune di Caporise da parenti dell’ex compagno. Qui sarebbero quindi sopraggiunti componenti dei due nuclei familiari che, dopo poco, avrebbero iniziato a darsela di santa ragione. Ad avere la peggio uno dei partecipanti, che è stato colpito in testa con una sedia, riportando un grave trauma cranico.

Le indagini e le denunce

I fatti sono avvenuti nel comune di Capodrise, nel casertano. Determinanti per gli investigatori della Polizia di Stato le immagini delle telecamere di videosorveglianza comunali e le testimonianze delle tante persone presenti. I partecipanti alla rissa sono stati così individuati e denunciati.

Potrebbe anche interessarti: Pianura, picchia anziano fuori al bar: fermato il responsabile

Segui SiComunicazione su Google News

https://www.sicomunicazione.it/2023/01/21/caserta/cronaca/maxi-rissa-casertano-famiglie-scontro-bambino-polizia/

In evidenza

POLITICA