SiComunicazione. News in tempo reale Video cronaca politica economia sport cultura lifestyle. Campania. Agenzia stampa

Napoli invasa dai cantieri: traffico in tilt in vista del Giro d’Italia

giro d'italia a napoli, traffico cittadino in tilt per i cantieri

Fiumane d’auto e di moto incolonnate, in attesa di poter ripartire; clacson a manetta per inveire contro i rallentamenti e contro chi tenta la furbata e prova a infilarsi agilmente tra una vettura e l’altra; martelli pneumatici, camion e mezzi pesanti in costante movimento. Ecco come si presenta oggi Napoli a causa dei cantieri aperti in vista della tappa del Giro d’Italia.

Il Giro d’Italia torna a Napoli e la città si riempie di cantieri

Un girone infernale, insomma, destinato a terminare solo a metà maggio. Quella che la città offre a chi la vive, di questi tempi, è un’immagine tutt’altro che da cartolina. Sono molti i cantieri in corso sul suolo cittadino: tanti, forse anche troppi. Nei giorni scorsi, per le operazioni di rifacimento stradale in vista del passaggio del Giro d’Italia per il capoluogo partenopeo, abbiamo documentato questa assurdità: un’auto che, affogando nel traffico, ha impiegato 8 minuti per percorrere 55 metri – una distanza che, a piedi, si percorre in un quarto del tempo, anche meno se a passo svelto.

Rabbia e indignazione, tra i residenti, che si trovano a dover affrontare di giorno in giorno le pesanti conseguenze di una città ormai invasa dai cantieri e, al contempo, incapace di offrire servizi di trasporto sostitutivo adeguati.

Tanti i disagi per i cantieri aperti in città

Una domanda, però, attanaglia la maggior parte della popolazione: un dubbio che, a ogni riflessione, alimenta lo sdegno nei confronti della gestione delle cose. La notizia della partecipazione di Napoli al Giro non è cosa nuova e, anzi, risale allo scorso 17 ottobre, quando al Teatro Lirico “Giorgio Gaber” di Milano si era tenuta la presentazione dell’intero programma della manifestazione sportiva. L’arrivo degli atleti, in città, è previsto per il prossimo 13 maggio: perché le operazioni di manutenzione stradale sono partite così in ritardo. Perché i cantieri sono stati aperti a due mesi dall’evento e non nelle settimane immediatamente successive all’annuncio della tappa. Dopo le massacranti operazioni avviate già in via Cristoforo Colombo e via Acton, da oggi sono partiti anche i lavori lungo via Foria, all’altezza di piazza Cavour, con conseguenze disastrose per la viabilità stradale del centro cittadino.

Potrebbe interessarti anche: Traffico da record a Napoli per i troppi cantieri aperti in città

Oppure: Giro d’Italia 2023, al via i lavori a Napoli per il passaggio dei ciclisti

Segui SiComunicazione su Google News

https://www.sicomunicazione.it/2023/03/13/napoli/cronaca/napoli-invasa-dai-cantieri-traffico-in-tilt-in-vista-del-giro-ditalia/

In evidenza

CRONACA

POLITICA