SiComunicazione. News in tempo reale Video cronaca politica economia sport cultura lifestyle. Campania. Agenzia stampa

Se necessario, vaccino obbligatorio per personale sanitario e insegnan …

“Per chi opera nell’ambito della salute il vaccino deve essere precondizione all’assunzione. Anche per gli insegnanti”. Sono le parole del sottosegretario alla salute Sandra Zampa per combattere i troppi no al vaccino che rischiano di compromettere gli sforzi fatti per arrivare a una soluzione della pandemia.

Solo il 20% dagli operatori delle Rsa è pronto a vaccinarsi

Al momento il vaccino resta su base volontaria e gratuita, ma la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, ha spiegato di essere favorevole all’obbligo per determinate categorie. Il tema dell’obbligatorietà al vaccino che sembrava lontano, pare in realtà da porre presto al centro dell’attenzione dopo le poche adesioni alla campagna di vaccinazione da parte degli operatori Rsa nel Nord Italia. In Provincia di Brescia, ad esempio, le adesioni non hanno superato il 20%. Il 70% del personale medico e ospedaliero avrebbe dato, invece, il consenso alla somministrazione del vaccino.

Condizione obbligatoria per determinati lavori

“Per chi opera nell’ambito della salute il vaccino deve essere precondizione all’assunzione – spiega il Sottosegretario Zampa -. Chi lavora nel pubblico e a contatto con il pubblico ha una responsabilità maggiore, per questo abbiamo inserito alcune categorie di dipendenti statali tra le prime per le vaccinazioni… Non mi riferisco solo al personale sanitario – ha continuato la sottosegretaria – parlo anche degli insegnanti”. Per Zampa non c’è nulla discutere: “è una questione di buon senso. Abbiamo istituito l’obbligo delle vaccinazioni per i bambini in età scolare, senza le quali non sarebbero appunto stati ammessi a scuola. Non vedo perché non si dovrebbe pensare anche al Covid, soprattutto per gli insegnanti”.

All’estero già obbligatorio il vaccino per medici e insegnanti

Ma sul tema della vaccinazione per gli insegnanti in altre nazioni c’è stato poco da discussione. Negli Stati Uniti sono partite da questa settimana le vaccinazioni per maestre, professori e vigili del fuoco, dopo le prime due settimane dedicate a medici e anziani. In Russia, il vaccino Sputnik V, è stato immediatamente somministrato a insegnanti e assistenti sociali oltre che al personale sanitario. Anche nelle altre nazioni europee e nei paesi del Sud America è stata annunciata priorità per le vaccinazioni agli insegnanti e alle forze dell’ordine.

https://www.sicomunicazione.it/2020/12/29/campania/cronaca/attualita/se-necessario-obbligatorio-il-vaccino-per-personale-sanitario-e-insegnanti/

In evidenza